giovedì 13 luglio 2017

Milioni di fogli


Scrivere è una strana malattia. Quegli attacchi ti vengono un po' dappertutto, soprattutto mentre cammini, corri, inciampi e ti fermi a digitare in fretta nel block notes digitale quello che ti sembra un preziosissimo pensiero. Altre volte è un post it, altre il tovagliolo di una festa. Poi all'improvviso tutto tace. Ti siedi davanti al tuo quaderno e quelle righe ti ballano cattive davanti agli occhi, vedi che si intersecano con il tuo vuoto e alla fine strappi il foglio buttandolo in un cestino immaginario. In realtà a scrivere non sei mai tu, ma è la tua malinconia. E quando questa si ribella e se ne va a spasso nel mondo tu puoi soltanto aspettare che rientri per regalarti qualche nuova parola. 


Ingredienti per 4 persone

300 g di farro perlato
3 zucchine
una decina di pomodorini
1/2 cipolla
1 spicchio d'aglio
fiori di cappero
olio evo 
sale


Sciacquate il farro e cuocetelo per circa mezz'ora in acqua bollente salata. Nel frattempo in padella rosolate in tre cucchiai d'olio mezza cipolla e lo spicchio d'aglio, aggiungete le zucchine tagliate a pezzi e fate cuocere per circa 20 minuti aggiungendo all'occorrenza acqua calda o brodo vegetale. Salate, spegnete e fate raffreddare. Scolate il farro e conditelo con un filo d'olio. Aggiungete le zucchine ormai fredde, i pomodorini tagliati a metà e i fiori di cappero. Conservate l'insalata in frigorifero e tenetela a temperatura ambiente per 10 minuti circa prima di servirla.

29 commenti:

  1. Non sono mai stata una brava scrittrice, anzi proprio il contrario. Ho sempre fatto fatica ad esternare i miei sentimenti sulla carta. Chissà, forse invece scrivo attraverso le ricette :-)
    In questi giorni non mangio altro che insalate fredde di cereali. Molto invitante e sicuramente fresca la tua proposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu ci racconti una vita bellissima tramite le tue foto.. sai che le adoro, riflesso perfetto dei tuoi fantastici piatti :*

      Elimina
  2. questo mi capita soprattutto quando scrivo canzoni...per il resto, scrivo il mio diario quasi tutti i giorni. Anche tu scrivi benissimo....mi piace tanto venire a vedere la tua ricetta, ma soprattutto a leggere le parole che l'accompagnano. Grazie per esserti preoccupata per me <3

    RispondiElimina
  3. Come lo capisco profondamente questo post...tutti coloro che scrivono in realtà lo fanno spesso soprattutto quando a parlare è la malinconia, oppure quel senso di mancanza di qualche cosa...e allora ecco che arrivano le parole! Probabilmente il giorno che sarò davvero felice, mi starò godendo di più la vita e scrivendo di meno. Però tutti questi pensieri restano preziosi, perché ci si guarda dentro e poi ci si scopre ritrovati! Sono un po' a dieta quindi il tuo piatto light lo apprezzo tantissimo! I fiori di cappero così non li ho mai assaggiati...da provare! Un abbraccio sincero ����

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché scrivi solo cose tristi?" - "Perché quando sono felice esco"
      (Luigi Tenco)
      Un bacio amica mia

      Elimina
  4. continua a scrivere, noi leggeremo...Un assaggio di questa bontà lo farei anche ora !

    RispondiElimina
  5. Ho avuto anch'io un periodo in cui scrivevo, previ stralci di pensieri che arrivavano quasi per caso o dettati da momenti di vita vissuta a rallentatore....ma finivano sempre dalla testa alla penna al foglio e poi via nel cestino dopo qualche giorno...un po per paura di rivere quei momenti, un po per paura di essere assalita dalla malinconia o dalla tristezza....
    Di certo mai accompagnati da piatti dolci o salati come fai te!!!!
    Un forte abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai cestinarli.. però ti capisco, io certe cose mie non riesco a rileggerle..

      Elimina
  6. Ciao omonima, approdo per caso tra le pagine dei tuoi post, mi ha subito colpito la loro scorrevolezza e ciò che cerco quando sbircio i blog altrui. Oltre a pietanze piacevoli da osservare e immaginare di riprodurre, trovare pensieri profondi che vanno oltre la superficialità fa sempre piacere..
    Da oggi ti seguirò anch'io..a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa, visita ricambiata con molto piacere

      Elimina
  7. Pura poesia. Le tue parole ed i tuoi piatti.
    Baci,
    MG

    RispondiElimina
  8. Amo scrivere...scrivo di tutto, spesso di getto, pensieri ed emozioni...
    Ci sono giorni, ultimamente molto spesso, dove però le parole faticano a venire fuori, passerà...lo spero presto...
    Ti abbraccio cara e complimenti per questo freschissimo piatto così invitante per occhi e palato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti adoro leggerti Simona e scovare tra le righe..

      Elimina
  9. Amo scrivere...scrivo di tutto, spesso di getto, pensieri ed emozioni...
    Ci sono giorni, ultimamente molto spesso, dove però le parole faticano a venire fuori, passerà...lo spero presto...
    Ti abbraccio cara e complimenti per questo freschissimo piatto così invitante per occhi e palato

    RispondiElimina
  10. Mi piace la tua insalata.....e poi quel piatto celeste, che meraviglia!

    RispondiElimina
  11. Ottima questa insalata di farro!

    RispondiElimina
  12. sfiziosa quest'insalata di farro!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  13. Questi sono piatti ideali per l'estate freschi e completi! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Quanto mi piace quest'immagine della malinconia ribelle che se ne va a spasso per il mondo... Lasciami immaginare che un giorno la tua malinconia incontri la mia, e si mettano a scrivere insieme una storia bellissima e tragica, in qualche paese lontano, mentre in noi sgorgano nuove parole, pure, preziose, luminose e potenti, di saggezza e di gioia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il più bel motivo per cui andare avanti, un obiettivo, una meta per un nuovo inizio..

      Elimina