domenica 22 gennaio 2017

Gennaio



A Natale sembrava tutto più magico, le distanze colmabili, gli amori possibili, i tradimenti innocui. Come in un gioco, sotto le luci artificiali, più di quanto non lo fossero loro stessi, abbracciati in un girotondo di dolore e di follia. Ballavano lontani dal mondo, dentro la superficie di dolcezza e di malinconia di un pomeriggio infinito. No, non finirà, pensava lui. Ma lei vedeva più lungo, e già sentiva gennaio incombente, mentre con la coda dell'occhio guardava sul pavimento i tristi addobbi abbandonati assieme a tutti i cocci rotti, con distrazione e finto disincanto.

Ingredienti

50 g di farina 0
80 g di farina d'avena
2 uova piccole
100 g di zucchero
125 g di yogurt bianco
50 g di olio di semi
8 g di lievito vanigliato
gocce di cioccolato
1 pizzico di sale

zucchero al velo



Montate le uova con il pizzico di sale e con lo zucchero, fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungete delicatamente lo yogurt e l'olio. Setacciate le due farine ed il lievito e mescolate con cura; infine aggiungete le gocce di cioccolato. Riempite con il composto gli stampini da plumcake e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa mezz'ora. Sfornate e fate raffreddare prima di servire, spolverizzando con zucchero al velo.



lunedì 16 gennaio 2017

Rimanendo in bilico



Cercavo un'ispirazione scovando un momento felice, cercavo l'emozione di un giorno su cui farci passare un anno, cercavo di imparare la parola soppesare. Di solito succede quando vai controcorrente, cercando di uscire da dove tutti entrano e con le spalle cerchi di farti strada e vincere quelli contro. Quando in mezzo alla folla ti fermi un attimo ed incroci due occhi uguali ai tuoi. E' la bellezza di un istante, e quando la incontri hai l'unico desiderio di spalmarla sul tuo calendario e pitturare tutte le persone che ti passano accanto. Un colore uguale al tuo. Poi però quel soppesare si trasforma in incanalare. E allora sai già che le connotazioni diventano importanti e non puoi più fare finta di niente, devi soltanto decidere se è giusto o sbagliato. E vie di mezzo non ce ne sono più.


Ricetta tratta e adattata dal sito greenme.it


Ingredienti:

300 g di farina 0
70 ml di olio evo
50 ml di acqua
50 ml di vino bianco
2 cucchiaini di curcuma
2 prese di sale
1 cucchiaio di semi di sesamo


Impastate tutti gli ingredienti e formate una palla che avvolgerete nella pellicola e farete riposare per circa mezz'ora. Stendete l'impasto e con una rotella ritagliate dei quadrati, poi con una forchetta fate dei buchini in ogni quadrato.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. Fate raffreddare e servite.



giovedì 5 gennaio 2017

Compagni di viaggio


A lui piaceva raccontarle storie, a lei piaceva ascoltarlo. 
Stesi nel vento, fiori in bocca, del tutto lontani dalla città e dalla verità.
La bellezza è il mondo parallelo, in cui ti abbandoni senza conseguenze e senza timori. Due compagni di viaggio, nel viaggio più folle che avessero mai fatto.
Risero pensando al modo bizzarro nel quale si erano conosciuti. Così distanti, così diversi, eppure in quell'istante tremendamente uguali. 
Più tardi, dopo aver attraversato quei ricordi risero però un po' meno forte. Intrecciarono le dita e rimasero così, in bilico, tra il mondo vecchio e quello nuovo. 


Ingredienti

100 g di farina 0
100 g di farina integrale
150 g di burro
100 g di zucchero
40 g di cacao amaro
1 uovo
1 pizzico di sale

marmellata di arance


Impastate tutti gli ingredienti della frolla e fate riposare in frigo per almeno mezz'ora. Dopo il riposo stendete l'impasto con il mattarello e ricavate i vostri biscotti. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti, regolandovi comunque in base al vostro forno. Sfornate, fate raffreddare, farcite con la marmellata ed accoppiate i biscotti a due a due.  

venerdì 30 dicembre 2016

Un sogno di troppo


Forse avrebbero dovuto darsi un tempo più breve, un tocco di campana, la forma di una zucca, lo scoccar della prima mezzanotte. Ma tutto sarebbe stato effimero, poco intenso. Scelsero quindi la prima fine dell'anno. L'ultimo giorno, per finire e rinsavire. Un tempo lungo un anno, che all'inizio sembrò loro infinito ma adesso sempre più incalzante faceva tremare le anime per quel prossimo addio. Il primo mattino senza di loro, che sapore avrebbe avuto?


Ingredienti:

250 g farina integrale
250 g farina manitoba
250 ml latte scremato
1 uovo
70 g zucchero di canna
60 g di olio di semi
30 g di miele
20 gr. lievito di birra
1 cucchiaino di sale
1 pizzico di vaniglia bourbon

successivamente:
1 tuorlo d'uovo
2 cucchiai di latte
zucchero al velo


Fate intiepidire il latte, aggiungete un cucchiaino di zucchero e sciogliete il lievito di birra. In una capiente ciotola mescolate le due farine, aggiungete il composto di latte e lievito e di seguito tutti gli altri ingredienti. Impastate con cura e fate lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio di volume; ci vorranno almeno due ore. Dopo la lievitazione prelevate l'impasto e versatelo sulla spianatoia leggermente infarinata. Dividete l'impasto in due parti e stendete con il mattarello due grossi cerchi. Ricavate dai cerchi dei triangoli, arrotolate partendo dalla base e formate un cornetto. Posizionate le brioches sulle teglie rivestite da carta forno e fatele lievitare per un'ora nel forno spento riscaldato precedentemente a bassa temperatura. A fine lievitazione estraete le teglie e spennellate le brioches con il tuorlo d’uovo mescolato a poco latte. Accendete il forno ventilato a 180° e cuocete le brioches per circa 20 minuti.
Fate raffreddare su una gratella per dolci, spolverizzate di zucchero al velo e servite.




giovedì 15 dicembre 2016

Duetto



Erano giorni difficili, intensi e dilatati. Se si fermava i pensieri si prendevano a pugni nella sua testa e la confondevano sempre di più. Il sentiero era sempre uguale e lei cercava di individuare ad ogni passo un elemento diverso su quel cammino, un segnale, come una piccola briciola di pane, qualsiasi cosa che la facesse arrivare al bivio con una scelta già fatta. Invece ancora no, ancora niente. Arrivava lì e si fermava nello stesso punto. Dondolava tra una via e l'altra. E poi, poi tornava indietro. 

Ingredienti, per 6 muffin

130 g di farina 0
20 g di cacao amaro
80 g di zucchero
100 ml di latte
70 g di olio di semi
2 cucchiai di caffè solubile al ginseng
1 uovo
6 g di lievito vanigliato
50 g di nocciole tostate e tritate

per la copertura
100 g di cioccolato bianco
nocciole


Sbattete l'uovo con un pizzico di sale ed aggiungete gli altri ingredienti liquidi, mescolando. In un'altra ciotola setacciate gli ingredienti secchi. Unite i due impasti e mescolate con cura. Aggiungete le nocciole tritate, lasciandone da parte qualche cucchiaio. Riempite i pirottini con il composto e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 25 minuti.
Nel frattempo sciogliete a bagnomaria il cioccolato bianco. Non appena i muffin saranno tiepidi glassateli con il cioccolato e cospargeteli con le nocciole tritate messe da parte.



domenica 4 dicembre 2016

Parole, parole, parole



Mi piace farmi trasportare dal soffio del vento, dai raggi del sole, dal suono di una voce, dal fluido di una lacrima.
Mi piace questa dolce ingenuità che si sa trasformare nel momento giusto in forza e artigli.
Mi piace darmi ordini e infrangerli.
Mi piaci tu quando fingi di essere un altro.
Mi piace immaginarmi altrove e dimenticarmi dove sono.
Mi piace quando me ne ricordo all'improvviso e rido.
Mi piace fare stupidaggini e mi piace perdonarmi.
Mi piace ascoltare e non sentire.
Mi piacerebbe leggerti e ricordare nel tempo parole diverse da quelle che hai scritto.


Ingredienti

500 g di funghi champignon
1 uovo
50 g di parmigiano grattugiato
2 fette di pane integrale
uno spicchio d'aglio
qualche cucchiaio di latte
pangrattato
insalata
olio evo
aceto balsamico
sale


Mettete le fette di pane a bagno nel latte. Pulite i funghi e tagliateli a fettine. Rosolate uno spicchio d'aglio in tre cucchiai di olio evo, aggiungete i funghi tenendone da parte qualcuno e fateli cuocere per circa 15 minuti. Salate, spegnete e fate raffreddare. Prelevate metà dei funghi e metteteli nel mixer, aggiungendo l'uovo, il grana, il pane che avrete strizzato bene per eliminare il latte in eccesso ed un pizzico di sale. Tritate tutto. Trasferite il composto ottenuto in una ciotola ed unite l'altra metà dei funghi tagliati a pezzetti. Mescolate bene e formate con le mani delle polpette che passerete nel pangrattato e poi appoggerete in una teglia ricoperta da carta forno. Versate un filo d'olio e cuocete in forno ventilato preriscaldato a 180° per circa 25 minuti. Fate raffreddare e servite con l'insalata preparata con le fettine di funghi crudi lasciate da parte e condita con olio, aceto balsamico ed un pizzico di sale.


lunedì 28 novembre 2016

Se il sole fosse dentro te


Mi piaceva l'idea di quell'attesa sopra una vecchia panchina di legno, la immaginavo graziosa con le sue trecce mentre dondolava le gambe incrociate con lo sguardo rivolto alla fine del sentiero. Lui arrivava sempre tardi con un dono diverso ogni volta, un fiore di campo, un grappolo di ciliegie, un soffio di vento. Sorrido ripensandoci mentre cammino sopra il marciapiede, tra le sedie di ferro incastonate ad intervalli precisi. Qualcuno corre e mi urta il braccio. Guardo a terra. Frutti di bosco e rovi, mentre i piedi nudi si sollevano sulle punte per non ferirsi.


Ricetta originale di Monique

Ingredienti, per uno stampo di 20/22 cm 

per la torta
210 g di farina 00
80 g di burro
120 g di zucchero
2 uova 
50 ml di latte
10 g di lievito per dolci
1 pizzico di sale

per il ripieno
350 g di ricotta vaccina o di pecora
2 uova
50 g di zucchero
1 pizzico di vaniglia bourbon

per decorare
lamponi e mirtilli 
zucchero al velo



Montate le uova a temperatura ambiente con un pizzico di sale ed aggiungete lo zucchero continuando a sbattere. Unite il burro fuso ed il latte. Setacciate la farina ed il lievito ed aggiungeteli al composto delicatamente. Imburrate ed infarinate il vostro stampo e versate il composto.
Mescolate la ricotta con lo zucchero ed aggiungete le uova sbattute. Amalgamate con cura e versate la crema sul composto preparato precedentemente. Livellate la crema ed infornate a 180° nel forno statico già caldo per circa 40 minuti.
Sformate la torta quando si sarà intiepidita e prima di servirla decoratela con i frutti di bosco e lo zucchero al velo.